Percorso Non Vedenti 

Il 5 maggio 2003 è stato inaugurato il percorso per persone con problemi visivi all'interno del Civico Museo Archeologico e della Città.

Il Percorso, allestito grazie all’impegno della Sezione Sabazia dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri,  alla collaborazione della Soprintendenza Archeologica della Liguria, del Comune di Savona e della sezione provinciale dell’Unione Italiana Ciechi, si avvale della competenza del personale del Museo, specializzato in archeologia e sensibile alle problematiche delle persone diversamente abili.  

Obiettivo primario dell’iniziativa è di permettere agli utenti non vedenti di fruire dello spazio museale. L’utente non vedente potrà leggere alcuni stampati in Braille (o in nero adeguatamente ingranditi, per gli utenti ipovedenti) che lo informeranno sia della natura del percorso che della  collezione all’interno del Museo.

I visitatori non vedententi potranno esplorare con il tatto alcuni manufatti lapidei:

  • un fregio di epoca romana imperiale, raffigurante scene di caccia e animali 
  • un pluteo e un pilastrino rinvenuti nell’area della cattedrale di Santa Maria e risalenti all'VIII-IX secolo d.C. 
  •  un sarcofago appartenente al Cardinale Spinola del 1522
  • alcune serravolte in ardesia appartenenti al medievale Palazzo della Loggia 
  •  alcuni elementi marmorei facenti parte della decorazione della chiesa di San Domenico il Vecchio.

In una vetrina,  si trovano dei reperti originali, che permetteranno agli utenti di avere una prima conoscenza delle forme delle ceramiche prodotte a Savona nel Medioevo. Accanto a questi,  si trovano alcuni frammenti,  ‘scarti di fornace’ e boccali  che permettono all’utente una maggiore conoscenza della forma e della decorazione. Sarà inoltre possibile toccare alcune anfore di epoca romana appositamente allestite. Oltre ai materiali che i non vedenti (e gli ipovedenti) possono esplorare con il tatto, sono stati allestiti sintetici pannelli e stampati esplicativi in Braille nonché articoli informativi su siti internet e su riviste sia divulgative che specializzate. 

Quello qui presentato è solo un primo nucleo di un progetto integrale del Percorso che riuslta  più ampio, e giunge a comprendere l’allestimento di un percorso vero e proprio attraverso tutta l’area espositiva e quella della necropoli tardo antica. 

Sono  inoltre presenti in Museo:

  • un plastico della Fortezza  
  • dei pannelli in rilievo inerenti le principali forme e i motivi decorativi delle produzioni ceramiche savonesi, 
  • la riproduzione di manufatti ceramici caratteristici a disposizione degli utenti ipo e non vedenti che potranno esplorarli tattilmente.
Per saperne di più...