Civico Museo Archeologico e della Città

Vi serviamo la cultura !

bba1066e-ba1b-4852-beeb-236c37caee27jpg  a1f98152-d478-4dba-855b-6866f6b7fea3jpg        1000px-Flag_of_Germanyjpg        

Il Civico Museo Archeologico e della Città di Savona, inaugurato nel 1990, trova sede nella quattrocentesca Loggia del Castello Nuovo, all'interno del complesso monumentale del Priamàr.

Il Museo fa parte del circuito MUSA (Civici Musei Savona), è inserito nella rete dei musei della Regione Liguria e della Provincia di Savona ed è gestito dall' Istituto Internazionale di Studi Liguri.   


IN EVIDENZA


Quinto corso di archeologia

Prossime lezioni mercoledì 20 e lunedì 25 marzo ore 17.00 

L' Istituto Internazionale di Studi Liguri (Sezione Sabazia), in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, l’Amministrazione Comunale di Savona, il Liceo “Chiabrera-Martini” e il “Civico Museo Archeologico e della città”, organizza il quinto corso di introduzione all’ archeologia e allo scavo archeologico. Il corso è propedeutico alla partecipazione alle indagini archeologiche nell’area dell’antica Cattedrale medievale di Savona sul Priamàr. Con queste campagne di scavo (autorizzate dal Ministero per i Beni Culturali e col supporto della Fondazione “De Mari”) si intende approfondire le conoscenze sull’assetto dell’edificio religioso, l’individuazione della sua facciata ed il collegamento con il battistero ottagonale, in vista di una futura fruizione dell’area a fini culturali e turistici.


La partecipazione al corso è riservata agli studenti del Liceo “Chiabrera-Martini” 

e ai soci dell’ Istituto Internazionale di Studi Liguri(IISL)

le persone interessate potranno iscriversi all’ IISL anche in occasione dell’ inizio del corso.

Il corso si tiene dal 4 marzo al 30 aprile presso il "Civico Museo Archeologico  e della città" sul Priamàr. Si articola in due parti: la prima maggiormente tecnica; la seconda dedicata ad approfondimenti sull’ antica cattedrale e sulle vicende storiche del Priamàr e della città di Savona. 

Coloro che avranno seguito il corso potranno poi partecipare alla prossima campagna di scavo dell’ antica cattedrale di S. Maria di Castello, sul Priamàr, e alle attività di studio e documentazione dello scavo e di catalogazione dei reperti rinvenuti. Lo scavo è diretto dall’ Istituto Internazionale di Studi Liguri, su concessione del Ministero dei Beni Culturali.

Parte prima: lo scavo archeologico

1) La ricerca archeologica e lo scavo stratigrafico;, 2) Il laboratorio post-scavo; 3) La ceramica e i materiali non ceramici; 4) La ceramica medievale; 5) La ceramica post-medievale e moderna (dal Cinquecento all’ Ottocento); 6) Il rilievo cartografico e la documentazione grafica e fotografica; 7) Organizzazione e gestione del cantiere di scavo.

Parte seconda: il Priamàr e l’archeologia a Savona

a)       Il Priamàr nel tempo: aspetti geologici e botanici il popolamento; b) L’archeologia a Savona e il ruolo dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri; c) La Cattedrale, le sue descrizioni e la ricostruzione grafica; d) Origini della Diocesi a Savona; e) L’antico abitato di Savona sul Priamàr e la Fortezza genovese; f) Dalla cattedrale alla Casa dei Colonnelli; g) Il Museo e le antiche collezioni; h) Dallo scavo al Museo; i) Visita guidata alle testimonianze medievali e dell’antica cattedrale in città; j) Il Priamàr tra Mazzini e la Giovine Italia.

 



“Neo-archeologia: foto, cartoline e cartografie della Savona d’ un tempo”

sabato 2, 16 e 30 marzo alle ore 16 


Il ciclo di incontri è organizzato dalla Sezione Sabazia dell’ Istituto Internazionale di Studi Liguri, con parecchio materiale che sarà proiettato nella sala video del Museo. Tra le antiche piante e fotografie dei secoli XIX e XX sarà possibile seguire le trasformazioni e le vicissitudini urbanistiche che tra la metà del XIX secolo e la metà del XX secolo trasformarono profondamente la fisionomia della città di Savona, con prima l'uscita dalla cerchia delle mura medievali e poi si sviluppò dove un tempo erano solo orti, ma anche con sventramenti di interi quartieri della città antica, per l’ apertura delle vie Paleocapa, Giuria, Orefici e Gramsci. Saranno mostrate le immagini di una Savona che piano piano sostituì profondamente la città come si era configurata dal medio Evo all’ Età Moderna; si vedrà come si presentava un tempo la città e come via via venne modificata.  Un’ occasione importante per ripercorrere l’ evoluzione storico-urbanistica della nostra città, attraverso la visione delle antiche immagini. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare

Ingresso gratuito
 
è gradita la prenotazione via email:

info@museoarcheosavona.it

 




Attività didattica 2018-2019

per scaricare la locandina con i programmi dettagliati cliccare sul bottone Didattica 2018-2019 in  fondo al testo.
Per prenotare l’attività didattica è necessario contattare telefonicamente il Museo (019-822708, con segreteria telefonica) o inviare la richiesta alla mail del Museo (info@museoarcheosavona.it).
Le attività di laboratorio, su prenotazione, si tengono  nella mattinata del giovedì (ore 9.15-12.30) e inoltre nei pomeriggi del martedì e del giovedì ore 14.30-16.30 .  La durata di ogni modulo è di 1 ora - 1 ora e mezza
Costo: 5 € ad alunno; gratuito per insegnanti ed accompagnatori.
Il materiale usato nei laboratori è interamente fornito dal Museo e per alcuni moduli l’elaborato finale rimane agli allievi.
 
Il Museo è privo di barriere architettoniche e permette quindi la visita ai portatori di handicap motorio. Gli allievi non vedenti o ipovedenti potranno seguire la visita grazie alla presenza di pannelli in braille e tramite numerosi punti tattili.